Abuso di Polizia

Attività

Licenziamo i poliziotti assassini di Federico Aldrovandi
FIRMATE L'APPELLO

- G8 GENOVA 2001: non è finita! ATTENZIONE: ti verrà mandata una mail con un link di conferma che dovrai cliccare per convalidare la firma.  FIRMATE L'APPELLO

- Vogliamo vedere il film “Diaz” sulle reti Rai”. FIRMATE L'APPELLO

- Giustizia per Aldro: Appello perche ciò che è accaduto a Federico Aldrovandi non succeda mai più. FIRMATE L'APPELLO

Stampa

Riccardo Rasman, la sorella denuncia: "E adesso lo Stato ci chieda scusa"

Scritto da Abusodipolizia. Posted in Riccardo Rasman

Un disabile psichico rimasto ucciso durante un tentativo di arresto. Tre agenti condannati in Cassazione per omicidio colposo ma attualmente ancora in servizio. Una richiesta di risarcimento ferma da più di un anno. E il silenzio dello Stato

“Mio fratello ha patito un’agonia che è durata più di un’ora, prima di morire asfissiato mentre lo ammanettavano, gli schiacciavano il petto e gli legavano i piedi con il fil di ferro. Da allora, nonostante la condanna in Cassazione, noi stiamo ancora aspettando che lo Stato riconosca fino in fondo i propri errori, che punisca i responsabili radiandoli dalla polizia e che infine ci chieda scusa”.

Il caso di Riccardo Rasman, 36 anni, disabile psichico rimasto ucciso durante un tentativo di arresto nella sua casa di Trieste nell’ottobre del 2006, proprio come quello di Federico Aldrovandi, fa parte della lunga lista di “morti di Stato” che ha tenuto impegnati in questi anni molti Tribunali italiani.

Stampa

ALDROVANDI, APPLAUSI AGLI AGENTI CHE LO UCCISERO. LA MADRE: "RIVOLTANTE"

Scritto da Abusodipolizia. Posted in Federico Aldrovandi

ROMA - Circa cinque minuti di applausi e delegati in piedi alla sessione pomeridiana del Congresso nazionale del Sap, il sindacato autonomo di Polizia, per tre dei quattro agenti condannati in via definitiva per la morte del 18enne Federico Aldrovandi durante un controllo il 25 settembre del 2005 a Ferrara: Paolo Forlani, Luca Pollastri e Enzo Pontani.

Stampa

Processo morte Michele Ferrulli | La perizia: "Urlò aiuto, aiuto!"

Scritto da Abusodipolizia. Posted in Michele Ferrulli

04-04-2014

"Aiuto, aiuto!". E' quanto avrebbe gridato Michele Ferrulli, l'uomo di 51 anni morto a Milano per "arresto cardiaco" mentre quattro poliziotti lo stavano arrestando.

Emerge questo dalla relazione redatta dal perito Fabio Carlo Marangoni, nominato dai giudici della Corte d'Assise di Milano e che ha lavorato sulle "riprese audio-video" effettuate quel giorno da chi stava assistendo alla scena, sincronizzando tutto il materiale (quattro filmati) e trascrivendo le conversazioni.

Come dovrebbe essere

Caserta, annuncia il suo suicidio in chat 17enne salvato da polizia e carabinieri

7 Settembre 2013

Un diciassettenne della provincia di Caserta che aveva annunciato di suicidarsi nel corso di una chat con gli operatori di Telefono azzurro, evidenziando disagio emotivo-psicologico, è stato salvato da personale del compartimento polizia postale e delle comunicazioni 'Sicilia orientalè di Catania.

La polizia, dopo la segnalazione dell'associazione, ha attivato la procedura d'emergenza per ottenere i dati informatici utili ad individuare l'utente che è stato localizzato in breve tempo in un comune della provincia di Caserta.

Leggi tutto...

Polizia salva 54enne: trovato riverso in casa, ma ancora vivo

7 Settembre 2013

L'intervento della polizia municipale della Valle del Marecchia ha salvato la vita a un 54enne di Santarcangelo. E' stata la segnalazione del personale della cooperativa presso la quale ogni giorno svolgeva la sua attività di volontariato, a far scattare l'allarme. L'uomo non si vedeva da un paio di giorni. La polizia è entrata di forza nel suo appartamento e lo ha trovato immobile a letto, in condizione precarie di salute ma ancora vivo.

Leggi tutto...

Last News

Blitz anti camorra, 18 arresti in Toscana. Manette anche a due poliziotti

16-05-2014

Diciotto ordinanze di custodia cautelare, di cui 13 in carcere e 5 ai domiciliari, sono state eseguite su richiesta della Dda di Napoli, nei confronti di soggetti affiliati al clan camorristico dei Casalesi, in particolare alle famiglie Schiavone-Iovine-Russo. L’indagine riguarda estorsioni e un traffico di sostanze stupefacenti che, con cadenza settimanale, arrivava in molte province della Toscana per essere poi spacciate da persone "autorizzate" dal clan e con il controllo di affiliati al clan. In manette anche due poliziottiin servizio presso la presidenza del Consiglio dei ministri e la Camera dei deputati. I reati contestati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, detenzione di armi, estorsione, traffico e spaccio di stupefacenti.

Leggi tutto...

Mance per evitare multe tre poliziotti a processo

04-04-2014

CASTELFRANCO. Concussione per induzione. È l’accusa che il pm Roberto D’Angelo muove a tre poliziotti per fatti accaduti nel 2006 e nel 2007. Ieri si è svolta l’udienza davanti al gup padovano Lara Fortuna per Maurizio Cerbaro, 51 anni, di Trebaseleghe, Pier Giorgio Simeoni, 51 anni di Castelfranco e Mauro Pontarollo, 43 anni di Bassano del Grappa. Questo processo è una costola di quello che aveva già visto a processo per fatti analoghi lo stesso Simeoni e Christian Marcadella (in primo grado Simeoni era stato condannato a 5 anni e 4 mesi e Marcadella 4 anni e 11 mesi. In Appello pena ridotta rispettivamente a 2 anni 10 mesi e 10 giorni e 2 anni 7 mesi e 10 giorni).

Leggi tutto...